Tapis Roulant: da dove è cominciato tutto

Entrato nelle case per l’attività motoria e il benessere fisico solo nel 1968, con i suoi quasi 109 anni il tapis roulant spopola oggi come uno dei prodotti fitness più venduti e ricercati.

Sebbene nella concezione odierna il tapis roulant sia quella di un macchinario moderno che dalle palestre è passato con facilità all’interno delle nostre case, questo tipo di attrezzo in realtà ha una storia molto più lunga. In antichità, infatti, era utilizzato nei mulini per azionare le macine e a metterlo in corsa erano i detenuti. Fu usato anche come mezzo di tortura – e per alcuni, oggi, lo è ancora! Successivamente, poi, si è trasformato nel macchinario che tutti conoscono il 7 Giugno 1913.

VISITA IL SITO OUTLET FITNESS

Prima di entrare nelle abitazioni, il tapis roulant è nato per scopi medici e riabilitazioni. Generato dalle menti del dottor Kenneth H. Cooper e dell’ingegnere meccanico William Staub, il brevetto del tapis roulant ad uso domestico porta invece altri due nomi, che sono quelli di Robert Bruce e dell’ingegnere Wayne Quinton, che con il PaceMaster 600 rivoluzionarono il concetto di attività aerobica.

Oggi abituati ad utilizzare il tapis roulant per diversi minuti e molte volte a settimana, vedendo questi macchinari nelle palestre in continuo funzionamento, non immaginiamo che nel 1968 i primi modelli erano tanto differenti a quelli contemporanei e anche l’idea di attività fisica non era affatto simile a quella moderna. Cooper, infatti, consigliava di correre sul tapis roulant 4 o 5 volte a settimana, per 8 minuti.

Queste menti forse non credevano che nel 2021 il tapis roulant avrebbe riscosso così tanto successo, o magari sì, visto che proprio Staub ne era così appassionato da usarlo fino ai suoi 96 anni!

SCOPRI I TAPIS ROULANT DI OUTLET FITNESS

X
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio