Offerte del momento

Prezzi migliori

Offerte e sconti esclusivi.

Spedizione gratuita

Per gli ordini superiori a € 150,00.

075 9696168 - 3922145117

Ordina anche al telefono

Tapis Roulant

Iscriviti alla nostra Newsletter

Paga comodamente a rate

100% Online, conveniente e veloce

Vendita Online Tapis Roulant, Ellittiche, Spin bike, Cyclette, accessori per il fitness, la riabilitazione e il benessere fisico.

Quale tapis roulant scegliere?In commercio si possono trovare molti tipi differenti di tapis roulant che variano a seconda del movimento e dell’allenamento che si può svolgere. Nella scelta di un tapis roulant le cose da chiedersi sono sicuramente due: che tipo di allenamento andrò a volgere e che budget di spesa ho.

Come si può ben immaginare si possono trovare prodotti da tutti i prezzi, partendo da 100/150 di euro fino ad arrivare a diverse migliaia, am come mai tutta questa differenza?

C’è da fare sicuramente una prima distinzione tra le varie tipologie di treadmill. Possiamo infatti suddividerli in tapis roulant magnetico, , tapis roulant motorizzato o elettrico e curvo (una tipologia che sta prendendo sempre più piede). 

La prima categoria, ovvero quelli magnetici, sono anche i tapis roulant più semplici. Normalmente si possono trovare anche modelli meccanici, ma sono molto simili a quelli magnetici quindi possono essereraggruppati nella stessa suddivisione. Sono prodotti composti da una pedana sempre inclinata, un nastro, due montanti ed una console. Il funzionamento è semplice e non richiede un collegamento alla corrente di casa. Basta salire sopra il nastro e spingerlo con i piedi per farlo scorrere.

Un corretto allenamento con i tapis roulant magnetici va fatto tenendo sempre le mani appoggiate ai due montanti, sempre con la pedana in salita e si può svolgere una camminata, sia lenta che veloce (correrci è più difficoltoso). Il modello meccanico ha un funzionamento lineare, sempre alla stessa intensità, mentre quello magnetico ha una regolazione dello sforzo mediante una manopola dove, aumentando il livello di resistenza, la struttura di regolazione della tensione andrà ad avvicinare una serie di magneti al volano, parte principale del movimento, rendendo così lo scorrimento più intenso e difficile.

La pedana, come dicevamo prima, è sempre inclinata, perchè agevolerà lo scorrimento del nastro, ha di norma la possibilità di regolare il livello di salita in due o tre differenti percentuali, ed hanno lunghezze che possono arrivare fino ad un massimo di 110cm.

Le strutture sono contenute, hanno un ingombro ridotto e possono essere richiuse facilmente per ingombrare il minor spazio possibile in casa.

Passiamo ora alla categoria dei tapis roulant motorizzati o elettrici. Va fatta prima di tutto una distinzione tra tapis roulant ad inclinazione manuale o elettronica. ovvero li possiamo suddividere in base al sistema di regolazione della salita (anche se a volte possiamo trovare treadmill ad inclinazione fissa). Ma come funzionano questi modelli motorizzati?

la struttura è molto simile a quelli magnetici, anche se leggermente più ingombrante, quindi troviamo una pedana, che questa volta può partire da una posizione di pianura, due montanti ed una console, dalla quale possiamo gestire e comandare il nostro attrezzo.

Il nastro è tensionato da due rulli e quello anteriore, quindi posizionato davanti, è collegato a sua volta, mediante una cinghia in gomma, ad un motore. Premendo il pulsante START il motore inizierà a girare e di conseguenza il nastro inizierà a muoversi. Il nostro allenamento si svolgerà seguendo il movimento del nastro, senza la necessità di spingerlo, solo seguire l’andamento che andremo ad impostare.

Il mercato ci offre varie soluzioni, con pedane più o meno ampie. Possiamo trovare, infatti, superificie di corsa con una lunghezza fino a 150/160 cm, e con larghezze che arrivano anche ai 55 cm. La regolazione della salita, di norma, va di pari passo con la grandezza del tapis roulant e con le sue caratteristiche tecniche: prodotti più semplici hanno una inclinazione regolabile manualmente, quelli più grandi e completi una regolazione elettronica mediante gli appositi pulsanti della console.

Anche questa tipologia è sempre richiudibile. Ci sono prodotti che possono essere richiusi alzando semplicemente la pedana ed altri che invece possono essere chiusi completamente, quasi schiacciati a terra, per poi essere riposti dietro ad una porta o sotto al letto.

Infine troviamo una tipologia di prodotto che si sta diffondendo sempre di più: i tapis roulant curvi. Sono prodotti molto performanti, che vengono utilizzati spesso da professionisti, ma che ora si stanno espandendo anche nel settore casalingo. Sono costituiti da una pedana leggermente incurvata che non ha un nastro in tela ma una pedana composta da vari listelli collegati in fila che scorreranno, sotto la nostra spinta del piede, in maniera ubniforme e costante. Questa particolare forma, al contrario di quelli magnetici, permette di svolgere una corsa senza la necessità di sorreggersi ai montanti e senza un limite di velocità. 

Questa particolare tipologia viene spesso utilizzata per allenare atleti professionisti in velocità e nei scatti.

Fatta questa breve panoramica passiamo ora alla domanda principale, quale tipo di tapis roulant scegliere?

Per prima cosa dobbiamo valutare bene il tipo di allenamento che andremo a fare. Se non ho molte pretese, voglio fare solo delle camminate ed ho un budget abbastanza contenuto, ovvero tra i 100 ed i 200/250 euro, mi posso orientare tranquillamente su uno di quelli meccanici o magnetici. Se invece voglio praticare camminate più fluide, anche in pianura, o una corsa, alzando leggermente il budget posso andare su tapis roulant motorizzati ad inclinazione manuale. Alzando ancora il prezzo, anche se non di moltissimo (consideriamo dai 550/600 euro a salire) possiamo valutare l’acquisto di un tapis roulant motorizzato ad inclinazione elettrica.

Teniamo presente, comunque, che se decidiamo di acuistare un modello motorizzato dobbiamo considerare anche la potenza del motore. si possono trovare prodotti che hanno motori da 500 watt e prodotti con motori a corrente alternata da 5 HP (Horse Power – cavalli motore). Di norma più è semplice il tapi roulant meno potente sarà il motore. Il tipo di utilizzo, il numero di persone che lo utilizzeranno, le loro strutture fisiche, il tempo di utilizzo, sono questi i quattro valori fondamentali che ci devono guidare nella scelta del prodotto più corretto ed idoneo. Facendo un esempio, se il treadmill verrà utilizzato da una signora, unico utente, con un peso di circa 60/70 Kg, che lo userà due volte a settimana per una mezz’oretta ogni volta, possiamo orientarci su prodotti abbastanza basilari, con potenze anche di 1 CHP (Continuos Horse Power – potenza in continuo). 

Se invece lo utilizzerà una famiglia composta da tre o quattro persone, con allenamenti di 4 o 5 volte alla settimana, dobbiamo andare su motori di almeno 2,5 CHP. Scegliere il tapis roulant più idoneo farà si che il prodotto ci duri il più a lungo possibile.

Discorso diverso, come vedevamo prima, in caso di atleti professionisti o di alto livello, che vogliono lavorare ad elevate intensità, facendo anche degli scatti sostenuti, si potrà valutare la scelta di un tapis roulant curvo, sicuramente più indicato ad allenamenti di questa intensità.

Dal nostro blog

Iniziati il 23 luglio e conclusi l’8 agosto, i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, iniziati con un anno di ritardo a causa del COVID-19, ci hanno intrattenuto e fatto sognare

Ogni tapis roulant motorizzato ha bisogno di una manutenzione più o meno costante, così da poter evitare l’insorgere di problemi o danni alle parti che lo compongono. Sia i tapis

Una delle parti principali che compongono il tapis roulant motorizzato è, appunto, il motore. Impostando una velocità tramite gli appositi pulsanti della console, partirà un imput che arriverà alla scheda

X
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo carrello è vuotoTorna al negozio